Introduzione al White Labelling online - parte 1

Cominciamo a parlare di White Labelling ed in particolare di White Labelling applicato al web. Un connubio che può diventare molto remunerativo. Ma cosa è il White Labelling? Con il termine White Labelling in inglese si intende marca in bianco o etichetta in bianco. Un’azienda fornisce ad un’altra dei prodotti finiti che possono essere etichettati nuovamente e essere rimmessi nel mercato. Facciamo un esempio pratico. L’azienda A produce pasta che immette sul mercato con la marca A. La stessa pasta viene rivenduta all’azienda B, senza marca, in bianco appunto. L’azienda B provvede ad etichettare la pasta inserendo il marchio B e vendendola sul mercato. Nella pratica troveremo sul mercato la pasta di marca A e quella di marca B che saranno in pratica la stessa cosa.
Queste collaborazioni offrono vantaggi sia all’azienda A che a quella B. La prima può vendere ad esempio la propria produzione in eccesso, oppure affidare a B la vendita in particolari mercati. L’azienda B d’altro canto non dovrà preoccuparsi della catena di produzione, ma solo della promozione e della distribuzione.

White Labelling online funziona

Il White Labelling è arrivato anche su internet in diverse forme. Ad esempio esistono shop online che forniscono la possibilità di rivendere i loro prodotti fornendo un e-commerce già pronto. In questo caso l’azienda A sarà lo shop che fornirà a noi B, un e-commerce completo, un vero e proprio sito con un suo indirizzo e i prodotti già inseriti. Quello che dovremo fare sarà inserire un nostro logo, fare alcune personalizzazioni e pubblicizzare. Le vendite, gli acquisti, le spedizioni e l’assistenza verrà sempre fatta dall’azienda A. Si tratta quindi di White Labelling un po’ ibrido, ma queste opportunità sono in genere fornite senza alcun costo.

Altre forme di White Labelling online sono nel campo degli incontri online e dei viaggi. Ne parleremo nel dettaglio nei prossimi articoli.

Hai un blog? – Guadagna con AdNow

Se hai un blog o un sito probabilmente ti starai chiedendo come fare per guadagnare con la pubblicità. Purtroppo per chi è all’inizio e ha poche visite non è semplicissimo, le aziende che forniscono pubblicità non sempre accettano siti nuovi. Oltre a questo occorre scegliere che tipo di pubblicità implementare.

Ultimamente sta spopolando il Native Advertising. Praticamente viene utilizzata da tutti i grandi portali web, da testate giornalistiche, blog di vario genere e siti web. La remunerazione in genere è a click, ovvero quando gli utenti cliccano sugli annunci si guadagna.

Gli annunci sono in spesso formati da immagine più piccolo testo e vengono inseriti sotto i post. I lettori finito di leggere il nostro post si troveranno quindi alcune immagini, realizzate ad ok per incuriosire i lettori.

Se volete provare questa forma di pubblicità potete iscrivervi a AdNow, accetta praticamente tutti i siti e consente di inserire la pubblicità copiando ed incollando un semplice codice.

 Il codice è ampiamente personalizzabile, è possibile scegliere il numero di annunci, la grandezza delle immagini, i font, i colori dei testi e dei bordi delle immagini. Inoltre gli annunci sono responsive, quindi si adattano automaticamente se visualizzati su tablet e smartphone.


AdNow paga su Paypal e con bonifico raggiunti i 50€.

Global Test Market - guadagna adesso in modo semplice

Nonostante il nome del sito abbiamo parlato poco di sondaggi remunerati, quindi è il momento di farlo. Nell'apposita pagina che trovate qui: sondaggi retribuiti. Abbiamo aggiunto un nuovo panel. Siamo andati sul sicuro inserendo Global Test Market. Questa azienda infatti oramai da tantissimo tempo si occupa di indagini di mercato, pensate è stata fondata nel lontano 1999. Circa 18 anni fa. Da allora ha accumulato migliaia di clienti, ovvero aziende, società, associazioni, partiti politici ecc. Che hanno bisogno di fare indagini di mercato e sondaggi.

Stiamo quindi parlando del meglio che si possa trovare. Ultimamente mi sono arrivate alcune critiche verso Global Test Market, a dire il vero una sola critica di una persona che diceva di non essere stata pagata. Da oltre 10 anni mi occupo di guadagni online ed è sinceramente la prima volta che mi è arrivata una critica a Global Test Market.

Non posso entrare nel merito del discorso, ma colgo l'occasione per ricordare a tutti coloro che si iscriveranno che esistono regole ben precise.

Ad esempio non creare più account per famiglia. Oppure non rispondere casualmente alle domande, hanno infatti dei sistemi di controllo e capiscono se un utente per fare velocemente risponde in maniera casuale. Infine ricordo che non si può accedere tramite Proxy o VPN.

Prima di lamentarsi quindi consultate, leggete e rispettate il regolamento.

Quanto paga Global Test Market?


Come altre piattaforme offre un sistema di punti, per ogni sondaggio portato a termine si ricevono dei punti convertibili in denaro. In genere i punti per un questionario corrispondono da 0.50€ a 2.00€. In alcuni casi anche di più.

Il pagamento avviene tramite assegno.

ISCRIVITI SUBITO DA QUI E GUADAGNA

Guida gratis su come guadagnare con un sito

Per chi muove i primi passi nel mondo dei guadagni online ed in particolare per i proprietari di blog e siti web che vogliono crearsi una rendita online avere una guida di riferimento può fare la differenza fra guadagnare o meno. Su internet si trovano molte guide, spesso a pagamento, ma anche di gratuite, ma è difficile fare la scelta giusta, quindi vi aiuterò io.

Proprio ultimamente ne è uscita una nuova gratuita dal titolo: "Una rendita con internet - Guida al guadagno online". L'ho letta pensando che fosse un'altre delle guide con tranello, ovvero dove si indicasse i soliti "metodi" come il forex, i guadagni con i casinò, le catene di Sant.Antonio ecc. Invece non tratta nulla di tutto ciò, affronta l'argomento in modo serio senza raccontare fandonie e senza promettere nulla. Guadagnare con un sito o con un blog è possibile, in tantissimi lo fanno già, ma spesso chi ha un blog o sta per realizzarlo non sa quante siano le reali possibilità di monetizzazione. Grazie a questa guida scoprirete tantissime cose sulle affiliazioni, i banner pubblicitari, la vendita di articoli ecc. Quindi la consiglio con piacere a tutti voi.

DOWNLOAD GUIDA GRATIS

Le applicazioni Android per guadagnare

Oramai ne inventano di tutti i colori, le ultime trovate riguardano le applicazioni Android che permetto di guadagnare. Sembra strano, ma esistono veramente e funzionano. Sono semplici applicazione che mettono a disposizioni alcune cose da fare, delle azioni, che permettono di guadagnare punti poi convertibili in denaro o buoni acquisto.

Niente trucchi, nessun inganno, all'interno delle applicazioni troveremo dei link dove vedere video pubblicitari, compilare sondaggi, e scaricare altre applicazioni. Di queste se ne trovano sia gratuite che a pagamento, quelle a pagamento permettono ovviamente di guadagnare di più. Ovviamente possiamo limitarci a quelle gratis.

In base al tipo di applicazioni ci saranno anche altre cose che possiamo fare ad esempio invitare altre persone ad iscriversi fornendo il nostro codice, oppure trascorrere un minuto semplicemente sulla App.

Come pagano le applicazioni Android

Riscuotere è semplicissimo, più difficile è raccogliere la somma di punti per poter richiedere il pagamento. Una volta che l'avrete raggiunta all'interno di un'apposita sezione potrete fare la richiesta di pagamento su Paypal, oppure scegliere dei buoni acquisto. Alcune hanno Amazon ad esempio.

Se quindi siete interessati non vi resta che provarne qualcuna, anche per curiosità.
Vi lascio due App che ho testato personalmente:




Il club di chi guadagna online

Entriamo oggi nel vivo del discorso dei sondaggi remunerati, del resto il sito si chiama proprio così quindi prima o poi avremmo dovuto parlarne. Come forse avrete notato ho realizzato un'apposita pagina dedicata ai sondaggi retribuiti, ho cominciato ad inserire la lista dei migliori panel, ma soprattutto ho cercato di spiegare in modo più semplice possibile perchè i panel pagano, quanto si può guadagnare e come funzionano. Quando ho pubblicato la pagina all'interno c'era un solo panel, ma avevo promesso di aggiungerne presto altri. Oggi sono riuscito ad inserirne un secondo, sono sempre pochi, abbiate pazienza, cerco di inserirli solo quando so che sono realmente efficaci.

Il club di chi guadagna online


Il secondo panel che ho inserito proprio oggi è Greenpanthera, l'ho inserito più sulla fiducia che altro, la cosa interessante è che oltre a pagare su Paypal i sondaggi permette anche di accumulare denaro tramite il cash back, una serie di sconti presso importanti negozi che torneranno come moneta nel nostro conto da prelevare successivamente.

Per tutti i nuovi iscritti un bonus succulento di 5$ che non è poco.

Per ora vi lascio, ma parleremo ancora di sondaggi, ne ho altri in cantiere molto interessanti con alle spalle le più grandi aziende internazionali del settore.

Come diventare un Web writer professionista

In questo articolo vedremo alcuni consigli per diventare un Web writer professionista. Abbiamo già spiegato che quello del Web writer può diventare un vero e proprio telelavoro, a patto che si affronti questa esperienza sapendo che è necessario come in ogni altro lavoro una buona dose di impegno, applicazione e di studio. Come dicevamo nei precedenti articoli infatti, non basta saper scrivere in italiano corretto per diventare Web writer professionista, saper scrivere è indubbiamente una condizione necessaria, ma non sufficiente.

Oltre a saper scrivere in italiano corretto occorre una buona dose di carisma, cioè occorre saper scrivere in modo coinvolgente. Su internet le persone se non trovano ciò che cercano e se non sono immediatamente interessate a ciò che leggono nel giro di un secondo sono già altrove. Oltre a questo occorrono anche nozioni più tecniche, come ad esempio saper utilizzare i programmi di scrittura per PC, avere delle basi di SEO (Search Engine Optimization), saper pubblicare articoli su piattaforma Wordpress e magari anche Joomla, saper come inserire link ipertestuali ed immagini all'interno di articoli ecc. Per cercare di aiutarvi ho immaginato di essere una grande azienda e di voler assumere un Web writer, quali sarebbero le mie richieste? Riassumiamo.

Quali competenze deve avere un Web writer?

  1. Saper scrivere in italiano corretto
  2. Conoscenza dei principali programmi di scrittura per PC (Micorsoft Word, Google Doc, LibreOffice, Open Office)
  3. Utilizzo base di Wordpress e Joomla
  4. SEO (Search Engine Optimization) livello base.
  5. Conoscenze base di HTML
  6. Inglese base (almeno comprensione di un semplice testo)

Come diventare un Web writer professionista? Dove formarsi?

Quindi dove formarsi per diventare un Web writer professionista? Nei prossimi articoli analizzeremo tutti i punti in modo da fare una sorta di guida online per diventare  un Web writer professionista. Cercherò di darvi io stesso alcune nozioni e vi indicherò le risorse dove poter apprendere tutto ciò che vi serve. Quindi aggiungete questo blog nei preferiti e tornate a trovarmi!